Bioritmo

progettato da Maria Rosaria Digregorio, Luisa Lapacciana, Ana Laura Pascale, Enzo Ruta


Per il progetto di identità visiva dell'ecofestival Bioritmo è stato messo a punto un processo che non prevede la stampa ma la perforazione di carta recuperata (perlopiù retri di manifesti elettorali e scarti di imballaggio). Il materiale comunicativo prodotto comprende manifesti e cartoline promozionali, la cui forma definitiva è stata definita dopo una serie di sperimentazioni pratiche sui materiali da perforare e gli strumenti perforanti.

[maggio 2011, Arci Lamaserena, Minervino Murge – Bari]